LA SFIDA "BIKE TOURING"

Importante da sapere

  • Data inizio:
  • Data fine:
  • Numero vincitori: 10
  • Premi: 30.000€ cadauno
  • Idee di business: 334

La sfida in sintesi

Con la sfida BIKE TOURING la bicicletta diventa protagonista del viaggio e le destinazioni a misura di due ruote. Dai servizi, prodotti e soluzioni per i cicloturisti, fino ad arrivare al sistema dell’ospitalità e dei trasporti, il turismo si riconverte in chiave bike friendly e Covid safe.
 

La sfida

BIKE TOURING è stata la sfida del 2020 di FactorYmpresa Turismo, il programma di incentivi avviato nel 2017 dalla Direzione Generale Turismo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo (MiBACT) e gestito da INVITALIA, l'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa.

La sfida ha selezionato, confrontato e premiato le migliori idee d'impresa sul turismo in bicicletta. Gli innovatori si sono messi in gioco sul tema della mobilità sostenibile e della vacanza attiva, particolarmente attuale in prospettiva next normal.

Con 334 progetti ricevuti, BIKE TOURING ha polverizzato il record della sfida Food&Wine Tourism [2018].

In particolare, la sfida ha riguardato idee e progetti rivolti a:

chi viaggia in bici, e prepara, organizza, vive e racconta la propria esperienza in sella. Qui il focus sono le persone prima, durante e dopo il loro viaggio in bicicletta: l’ingaggio, i fabbisogni da soddisfare, le soluzioni per migliorare la loro esperienza;

amministrazioni locali, per rendere il contesto di una città e di una destinazione turistica bike friendly. Qui il focus è rivolto alla progettazione di servizi, prodotti e soluzioni che possano essere adottati da chi ha la responsabilità di governo, ai vari livelli territoriali, per creare e migliorare la fruibilità delle destinazioni turistiche da parte dei diversi gruppi di cicloturisti;

operatori della filiera turistica (alberghi, campeggi, B&B, ristoranti, agenzie di viaggi e tour operator, guide, trasporti, chi si occupa di enogastronomia e altre esperienze). Qui il focus è migliorare e innovare l’offerta di beni e servizi che interessano il cicloturista in una o più fasi del viaggio. 

L’accelerathon

Le migliori 20 proposte innovative tra tutte quelle arrivate a INVITALIA entro le 12.00 del 7 ottobre hanno guadagnato la partecipazione all’Accelerathon, una full immersion di 36 ore che si è svolta online il 22 e 23 ottobre. Qui, mentor e tutor di INVITALIA hanno lavorato con i team degli innovatori in startup per accompagnare i progetti fino all'elevator pitch davanti a una giuria.

Le migliori 10 startup sono state premiate con 30.000 euro ciascuna.

 

SCOPRI I VINCITORI

  • MOOVE

    Ha ideato una pista ciclabile componibile con diversi moduli prefabbricati. Come se fossero dei mattoncini, in plastica e gomma riciclata, riposizionabili, i moduli non necessitano di scavi o lavori stradali. Il sistema può essere posato su qualunque superficie esistente, preservandola. I moduli sono ecosostenibili, riducono sensibilmente i tempi di installazione ed i costi di produzione e manutenzione. Sono personalizzabili e configurabili, dotati di sensori, illuminazione a LED integrata e adattiva, connettività e segnaletica orizzontale attiva. Le piste ciclabili realizzate con Moove salvaguardano la sicurezza dei ciclisti.

  • WITOOR GO

    Witoor Go vuole rendere smart, accessibile e sicura la partecipazione ad eventi sportivi e iniziative turistico-attive. Grazie a una piattaforma all-in-one di servizi sia digitali che fisici, vuole creare una connessione semplice, immediata e sostenibile tra chi offre un prodotto, o servizio rivolto al cicloturista, e l’utente finale. ‘Witoor Go’ segue il cicloturista in tutte le fasi della sua esperienza su due ruote: prima (ricerca eventi/percorsi, informazioni logistiche), durante (live tracking, noleggio bici muscolari ed e-bike) e dopo (condivisione esperienze, archivio percorsi, dati statistici).

  • WHIP

    È una piattaforma mobile e web che propone al cicloturista i migliori percorsi in base a caratteristiche di difficoltà oggettiva: tipologia bici e punti di interesse nel percorso come alberghi, agriturismi, ristoranti, negozi specializzati, organizzazioni di tour e officine. È possibile creare da zero percorsi per specifiche tipologie di bici, semplicemente aggiungendo punti di interesse, zone di passaggio obbligate e punti di arrivo. Gli algoritmi, utilizzando il network italiano ed europeo delle ciclovie, generano il miglior percorso per ogni utente, in base a difficoltà cercata, superficie e altimetria.

  • REMOOVE

    Progetta e propone esperienze turistiche e di mobilità innovative attraverso la creazione di nuovi percorsi di inclusività. Affianca aziende leader nella produzione di mezzi innovativi e sostenibili, quali biciclette, triciclette e cargo-bike. Con i modelli già realizzati, anziani e portatori di handicap possono godere delle esperienze che il cicloturismo regala. Con i suoi servizi di consulenza, è in grado inoltre di adeguare in chiave inclusiva e fruibile i servizi e gli ambienti presenti su un territorio.

  • BIKENESS

    È un’app che permette di esplorare nuovi percorsi e creare il proprio itinerario personalizzato. Grazie alla community è possibile condividere le proprie esperienze e scoprire nuovi luoghi seguendo i percorsi tracciati dagli altri utenti. Offre ai territori la possibilità di valorizzare l’offerta turistica e commerciale, e a cicloturisti la possibilità di scoprire le località turistiche Italiane “bike friendly”, aiutandoli a scegliere la destinazione di viaggio e le strutture ricettive.

  • BIKESQUARE TIRRENO

    È un’app che propone tour autoguidati “like a local” e noleggio e-bike lungo la ciclovia tirrenica. Grazie alla collaborazione con enti locali e alla creazione di una community internazionale, mira a promuovere i territori che ricadono sull’Asse della Ciclovia Tirrenica (Tra Liguria e Toscana nel Ponente Ligure, a Capalbio e Maremma, in Lunigiana e nel Chianti), in modo da offrire un servizio omogeneo ai turisti che vogliano percorrere tutta la Ciclovia.

  • PEDALITALY

    Progetta, realizza e commercializza format ciclistici virtuali. Grazie a una potente piattaforma di Cycling Virtual Reality, ciclisti da tutto il mondo potranno pedalare virtualmente sulle strade più belle d’Italia. Saranno guidati alla scoperta della cultura e delle tradizioni, del luogo in cui stanno pedalando. Il tutto sarà poi collegato un vero e proprio marketplace dei migliori prodotti ciclo-turistici reali in Italia progettati e realizzati da operatori accuratamente selezionati da Pedalitaly.

  • SMART CYCLING

    Il progetto riguarda lo sviluppo di un sistema di bike sharing turistico. La gestione dei noleggi, e relativi pagamenti, avverrà grazie ad app per iOS e Android. Lo sviluppo della piattaforma ha come scopo quello di ottimizzare gli spostamenti ecosostenibili guidando l’utente ad una scoperta consapevole del territorio. L’utilizzo è possibile grazie ad un lucchetto smart, alimentato da un piccolo pannello fotovoltaico, che permette di sbloccare la bicicletta dalla stazione.

  • ECOBIKE STATION

    È una smart station. Grazie ad un’app in remoto, o grazie allo schermo sul luogo, l’utente potrà accedere a tutte le funzionalità a disposizione: procurarsi prodotti e attrezzature per viaggiare come dispositivi smart, accessori per le biciclette, abbigliamento tecnico e servizi di noleggio e riparazione. La stazione funge da info point, charging station, quick shop e personal locker.

  • STOP&CHARGE SHELTER

    Stazioni di ricarica per e-bike. Grazie alla produzione di energia derivante esclusivamente da fonte solare, la rete di stazioni in progetto permetterà di risolvere il problema della “range anxiety”. Con la presenza nelle città e nei percorsi cicloturistici, sarà possibile pianificare viaggi in bicicletta anche con percorrenze importanti, suddivise in varie tappe in cui vi è la possibilità di una sosta per ricaricare la bicicletta.

  • 10
    Vincitori
  • 334

    Idee d'Impresa
  • 20

    Finalisti